0
Cultura In Primo Piano

Facebook: Aggiornamento importante contro la divulgazione della violenza

3 Settembre 2020
Facebook

Risale al 19 agosto l’aggiornamento Facebook e Instagram adottato per combattere maggiormente la divulgazione della violenza da parte di movimenti e organizzazioni.

Attualmente si sta agendo contro le pagine, i gruppi e gli account Instagram legati a gruppi anarchici che sostengono atti violenti durante le proteste e le organizzazioni di milizie.
Sono già stati rimossi i contenuti che invocano o incitano alla violenza e bandite organizzazioni e individui che proclamano una missione violenta.

In base a questa espansione della politica, imporranno restrizioni per limitare la diffusione di determinati contenuti su pagine Facebook, gruppi e account Instagram. Rimuoveranno anche pagine, gruppi e account Instagram in cui identificheranno discussioni su potenziali violenze, anche quando usano un linguaggio velato e simboli specifici.

Adotteranno le seguenti azioni, alcune con effetto immediato e altre in arrivo:

Rimozione da Facebook:

le pagine, i gruppi e gli account Instagram associati a questi movimenti e organizzazioni verranno rimossi quando discutono di potenziali violenze. Continueranno a studiare la terminologia e il simbolismo specifici per identificare il linguaggio usato da questi gruppi.

Raccomandazioni sui limiti:

le pagine, i gruppi e gli account Instagram associati a questi movimenti che non vengono rimossi non saranno idonei per essere consigliati alle persone nei suggerimenti della piattaforma.

Riduzione del posizionamento nel feed di notizie:

in futuro, i contenuti di queste pagine e gruppi saranno anche classificati più in basso nel feed di notizie, il che significa che le persone che già seguono queste pagine e sono membri di questi gruppi avranno meno probabilità di vedere questi contenuti nel loro Feed di notizie.

Riduzione nella ricerca:

gli hashtag e i titoli di pagine, gruppi e account Instagram limitati sulla nostra piattaforma relativi a questi movimenti e organizzazioni saranno limitati nella ricerca: non saranno suggeriti tramite la nostra funzione Search Typeahead e saranno classificati più in basso nei risultati di ricerca.

Revisione degli hashtag correlati su Instagram:

è stata temporaneamente rimossa la funzione Hashtag correlati su Instagram, che consente alle persone di trovare hashtag simili a quelli con cui stanno interagendo. Si sta lavorando a protezioni più forti per le persone che utilizzano questa funzione e valuteranno il modo migliore per reintrodurla.

Divieto dell’uso di annunci e strumenti di monetizzazione:

alle pagine Facebook relative a questi movimenti sarà vietato pubblicare annunci o vendere prodotti utilizzando Marketplace e Shop.

Proibita la raccolta fondi:

proibiranno alle organizzazioni non profit che identifichiamo come rappresentanti o che cercano di sostenere questi movimenti, organizzazioni e gruppi di utilizzare gli strumenti di raccolta fondi. Vieteranno anche raccolte di fondi personali che lodano, sostengono o rappresentano queste organizzazioni e movimenti.

Come risultato, Facebook ha rimosso oltre 790 gruppi, 100 pagine e 1.500 annunci legati a QAnon da Facebook, bloccato oltre 300 hashtag su Facebook e Instagram.  Sono state imposte restrizioni su oltre 1.950 gruppi e 440 pagine su Facebook e oltre 10.000 account su Instagram. Sono stati anche limitati oltre 1.400 hashtag relativi a tali gruppi e organizzazioni su Instagram.

You Might Also Like